Ecommerce in Russia: tutto quello che devi sapere per vendere online!

Il commercio elettronico in Russia è una grande opportunità per vendere nel più grande mercato online d’Europa, con una crescita forte e costante. Un report di Morgan Stanley indica che il mercato ecommerce russo, solo di prodotti fisici, prevede di raggiungere un giro d’affari di 30 miliardi di dollari nel 2020, e di 52 miliardi di dollari nel 2023, vedendo dunque una crescita del +170% nel giro di pochi anni.

Nonostante la crisi del 2014, superata con la stabilizzazione del rublo, a fine 2016 che ha impattato i consumi del mercato tradizionale, il commercio online ha visto una crescita molto forte dovuta al forte sviluppo della penetrazione di internet nella Federazione Russa dell’80% e l’ampio uso di smartphone (66%).

Cresce l'ecommerce in Russia del 170% secondo Morgan Stanley

 

Il commercio digitale si rivelta un ottimo strumento per vendere online Made in Italy e prodotti di qualità da paesi esteri, sia nel B2C che nel B2B. Se da un lato gli utenti russi acquistano con fiducia presso store online locali, aumenta l’interesse e gli acquisti dei russi negli store online stranieri.

Se da un lato abbiamo grandi opportunità in un grande Paese, è necessario tenere ben presenti alcuni aspetti cruciali per valutare la fattibilità di un progetto di vendita online rivolto al pubblico russo:

  • L’analisi del mercato e dei concorrenti
  • La compatibilità dei prodotti o dei servizi con il mercato e le leggi della Federazione Russa
  • La sostenibilità dei costi del progetto
  • La logistica richiesta
  • La burocrazia da affrontare
  • Le metodologie di pagamento diverse
  • Il sistema di consegna
  • Il supporto al cliente

 

 

Lascia un commento