Giulio Gargiullo

Come fare SEO in Russia con Yandex: 100% per professionisti

Uno dei mercati più interessanti per le sue dimensioni e la sua potenzialità economica è quello della Federazione Russa. Qui è possibile attuare attività di SEO in lingua russa, la lingua locale, che abbraccia anche numerosi altri paesi, prevalentemente appartenenti agli ex Paesi URSS e diverse comunità nel mondo. Il principale motore di ricerca russo è Yandex e fare attività di ottimizzazione e posizionamento per questo motore è diverso che farlo su Google.ru.

I due motori hanno storie diverse, Yandex necessita di attività SEO che sono collegate alla lingua e alla cultura russa. Attualmente (2016-2017) Yandex detiene un search market share del 60%, rispetto a meno del 40% di Google. Ecco perchè l’attività SEO in Russia, o anche in paesi russofoni, devono partire con un occhio privilegiato al principale motore di ricerca russo per eccellenza, la porta della Federazione Russa. Inoltre bisogna considerare che gli utenti che utilizzano Yandex, non solo la stessa tipologia che utilizza Google.ru .

Oggi, e non come ieri, non è più possibile ignorare le azioni SEO su Google in Russia, sebbene questo vada trattato in modo diverso per via dei diversi algoritmi e filtri che hanno meccanismi diversi, oltre che vengono impiegati da due tipologie di pubblico diverso e con diverse aspettative.

 

 

I motori di ricerca in Russia: Yandex, Google.ru e Mail.ru

 

 

La lingua russa non è solo Russia: Runet

 

La lingua russa è parlata da 160 milioni di persone, in modo nativo, nella Federazione Russa. Mentre nel mondo la lingua russa è parlata da 285 milioni di persone. Ciò significa che con un sito internet ottimizzato e localizzato per i russofoni possiamo accedere ad un pubblico molto più vasto, in tutto il mondo. Con il termine RUNET si intende tutta la rete web dove si parla la lingua russa, dentro e fuori la Federazione Russa. Milioni di utenti che parlano russo si trovano in molte nazioni ex sovietiche, nell’Europa dell’Est, in Israele o negli Stati Uniti. Grazie ad attività mirate di digital marketing possiamo in ogni caso oggi raggiungere utenti che parlano russo in qualsiasi parte del mondo, data la grande mobilità per business o per svago e l’ampio utilizzo di device mobili. Secondo il rapporto T-Index 2017 di Translated la lingua russa è fra le principali per potere d’acquisto online a livello internazionale.

 

I motori di ricerca in Russia e il market share:

La principale differenza fra Yandex e Google è che il principale motore di ricerca in Russia è Yandex con il 57,6% di market share e Google con il 36% di market share. Sebbene anni fa era possibile trascurare Google, a via della grande fetta di mercato del main player russo, negli ultimi tempi non è possibile poiché Google continua ad incalzare Yandex, acquisendo sempre maggiore peso nella ricerca.

SEO in Russia: lo share dei principali motori di ricerca nel corso degli anni

 

 

Fondamentali per avviare un progetto SEO per la Russia:

 

 

Quali sono le principali differenze fra Yandex e Google:

 

Fra i principali fattori di ranking in Yandex: la regionalità delle query e del sito, l’età del dominio, la user experience nelle pagine web, i backlink e l’ottimizzazione on-page.

 

 

Principali caratteristiche di Yandex:

 

 

 

Aspetti tecnici di Yandex:

 

Regionalità: Yandex pone molta più attenzione rispetto a Google nella geolocalizzazione delle query e dell’utente. Le query di Yandex sono divise in geodipendenti e geoindipendenti. Per esempio, per quanto riguarda le query di ricerca geodipendenti, solo siti internet che corrispondono a questo criterio verrano mostrati in SERP, per una ricerca di carattere locale. Utenti che ricerca su Yandex con ricerche geodipendenti vedranno quindi risultati completamenti diversi.

Crawling e indicizzazione: Nell’ottimizzazione di un sito internet per i motori di ricerca in lingua russa mentre Google può impiegare pochi minuti nella fase di crawling e indicizzazione delle pagine web di un sito, al contrario Yandex può impigare anche diversi giorni o settimane nelle stesse operazioni. In generale è possibile notare le SERP aggiornate in Yandex in un tempo molto superiore rispetto a quello di Google. Uno strumento indispensabile per controllare la corretta indicizzazione e i vari aspetti tecnici legati è Yandex Webmaster.

Comportamento dell’utente: Mentre i seo di tutto il mondo discutono del ruolo più o meno determinate del comportamento dell’utente come segnale di ranking diretto o indiretto in Google, per quanto concerne Yandex prove certe di manipolazione della SERP hanno evidenziato un chiaro causa-effetto fra comportamento dell’utente e significativi aumenti di ranking nel principale motore russo. In generale è sempre consigliabile la realizzazione di contenuto ad alto valore per l’utente, che risolva problemi e informi l’utente in modo unico in modo da offrire un’ottima esperienza all’utente. Il principale motore di ricerca russo offre un altro tool gratuito dalle grandi potenzialità: Yandex Metrika. Il servizio, oltre a fornire un ottimo servizio di web analytics, offre diversi strumenti utili per analizzare la user experience, permettendo di monitorare le singole sessioni degli utenti sulle singole pagine, quindi analizzandone i movimenti con replay, heatmap, analisi dei moduli informazioni, ecc.

 

 

L’algoritmo centrale di Yandex: TIC

 

Il Thematic Citation Index è il principale algoritmo di Yandex che può essere, per certi aspetti, paragonato a Page Rank di Google. Tuttavia, questo algoritmo ha anche molte differenze rispetto a quello del motore di ricerca di MountanView. TIC calcola la quantità e la qualità dei link in entrata verso un determinato documento. La qualità dei backlink viene calcolata da Yandex parallelamente alla qualità dei link. Il TIC è misurabile grazie alla Yandex bar, a differenza del motore concorrente americano e il valore del TIC è uguale per ogni pagina del dominio e viene tuttora aggiornato. Nella lotta alla manipolazione delle SERP, Yandex negli ultimi anni ha portato avanti una politica che penalizza il sito che acquista link e non chi lo riceve. Il TIC di Yandex valuta l’attinenza e la similarità di contenuto dalla pagina dalla quale arriva il link e il documento linkato. Il rapporto fra link in entrata e in uscita dai domini interessati è determinato dai vari punteggi assegnati ad ogni fonte più o meno ritenuta autorevole.

 

L’intento dell’utente al centro: non solo parole, testi o tecnicismi

 

Senza dubbio per avviare attività volte a creare traffico e trovare nuovi clienti in Russia o che parlino la lingua russa è necessario che l’azienda o l’agenzia che voglia tali servizi SEO sia affiancata da un consulente che conosca a fondo la lingua e la cultura russa.

Per un corretto approccio iniziale al mercato russo online è necessario effettuare un audit preliminare ed esaminare un’analisi approfondita del mercato online che è costituita da i due principali motori di ricerca, e di minori come ad esempio Mail.ru e una fitta rete di siti tematici locali e social network locali. In fase iniziale è importante determinare a quali domande dell’utente e di mercato il nostro sito risponde.

Ecco che progettare la localizzazione per il mercato russo non è solo questione tecnica relativa alla search engine optimization per Yandex, ma anche comunicare visivamente con le immagini giuste, video e multimedia tarati per il pubblico di riferimento, testi composti ad hoc e con il tono giusto a seconda del tipo di persona circostanza. Le query di ricerca del mercato russo online possono essere analizzate tramite il principale strumento per parole chiave di Yandex Wordstat (é necessaria la registrazione per utilizzarlo), quello di Google e altri tools. La ricerca di query e frasi di ricerca nel mercato russo necessita una conoscenza avanzata della lingua e della cultura russa.  Eventuali traduzioni automatiche o servizi di traduzione di basso livello portano a fraintendimenti con l’utente finale o non trasmettono il vero senso della vostra attività. Ne consegue che per approcciare il mercato russo vi debba essere uno staff adatto a parlare e rispondere a del feedback in lingua russa.

 

La link building: cosa bisogna sapere 

 

Al fine di avviare una corretta attività di building linking è bene sapere che le basi dei principali motori di ricerca riferiti al mercato locale. Per quanto riguarda Yandex, come Google, combatte lo sviluppo di attività di link non naturali, sebbene ci siano delle differenze rispetto al suo competitor. Yandex tende a penalizzare il sito che offre il link acquistato e non chi lo riceve. Algoritmi come Minusinsk e AGS, nel corso degli anni, hanno comunque combattuto la compravendita di link e quindi la creazione di backlink non naturali. Clamorosa è stato a fine 2013 l’annuncio di Alexander Sadovsky, capo della ricerca di Yandex, che annunciava che i backlink sarebbero stati eliminati dalla ricerca di Yandex come segnale di ranking. Solo nel marzo 2014 l’aggiornamento ha avuto effetto per le query di tipo commerciale che includevano i settori: real estate, turismo, elettronica e elettrodomestici. A febbraio 2016 Yandex lancia il filtro Vladivostok, che pone attenzione ai siti che si adattano anche alla visualizzazione da device mobili.  A fine 2016 e inizio 2017 Yandex lancia l’algoritmo intelligente “Korolyov” che comprende query a coda lunga e frasi non frequenti o di difficile comprensione. L’algoritmo Korolyov alimenta il sistema MatrixNet, centrale nel funzionamento del motore di ricerca russo. Korolyov va a completare il precedente Palekh, basato su machine learning e sistemi simili alle reti neurali.